LABORATORI IN FATTORIA

Fattoria2010.JPG“Ai bambini non bisogna dare idee già fatte
ma strumenti divertenti che stimolino la curiosità
per capire alcuni aspetti della realtà e per comunicare”
Bruno Munari

 

Carissimi insegnanti all’inizio del nuovo anno scolastico non posso che invitarvi a prendere in considerazione i laboratori didattici promossi in fattoria e nelle scuole.

Da quest’anno la Cooperativa Kaleidos offre ai  bambini “curiosi infaticabili” un’opportunità nuova per scoprire e vivere il proprio territorio, grazie alla collaborazione con l’azienda  agrituristica “Il Laghetto del Sole”. Questo progetto offre ai bambini la possibilità di riappropriarsi della propria identità culturale. E’ per questo che vogliamo fare vivere ai bambini il loro territorio nelle più ampie sfaccettature di conoscenza e di scoperta.

Viene offerta  l’opportunità di connettere mondi apparentemente diversi e distanti attraverso atelier e laboratori.  Questa nuova sinergia  vuole guidare i bambini nella lettura dei piccoli, grandi prodigi quotidiani spesso invisibili ai nostri occhi distratti… Si vuole offrire un percorso  fatto di suggestioni e sussurri attraverso i segreti della natura, dell’arte, delle parole, della cultura, delle scienze colti con lo sguardo meravigliato, tenero, sensibile… tutto questo per invitare a guardare , ad ascoltare… ad ammalarsi di meraviglia.

Questa nuova sinergia propone concrete prospettive di “avventura”, da intendersi come “aperture al nuovo”, al diverso e quindi anche all’altro. I percorsi tematici possono essere costruiti insieme alle insegnanti per potere rispondere meglio alle esigenze delle singole classi.

I saperi da scoprire vengono declinati nelle seguenti aree di esplorazione:

1) Arte, Natura e Narrativita’

2) Alla scoperta delle Scienze

3) La Cultura Popolare

4) La Cucina e gli Alimenti

 

SCARICA LA BROCHURE FATTORIA ANNO SCOLASTICO 2010-2011

 

SCARICA LA BROCHURE LABORATORI DIDATTICI ANNO 2010-2011

MA TU COME FAI?

Seconda Edizionescuolagenitori2010.JPG

Genitori insieme. Un percorso di formazione condivisa per educare con la testa e col cuore.

Anna e Beppe

Luca, 5 anni e mezzo, spesso, quando è ora di andare a dormire si mette a fare i capricci, dicendo che non vuole, che non ha sonno, che vuole rimanere con i genitori perché ha paura di dormire. Anna, la mamma, tende ad assecondarlo, tenendolo in braccio, finché non si addormenta li in salotto. Beppe, il papà, quando è presente porta Luca nel suo letto, rimanendo un po’ con lui, ma lasciando che poi si addormenti da solo. E spesso Luca si alza con angoscia, torna in salotto e dice piagnucolando:”Non riesco a dormire”…

Scarica la Brochure con programma e calendario degli incontri.

Mara

Come al solito, si è chiuso nella sua camera subito dopo avere pranzato in silenzio. Si è cacciato l’MP3 nelle orecchie, stravaccato sul letto e per lui il mondo non esiste più. E’ qualche mese che Andrea fa così, quasi tutti i giorni. 12 anni compiuti da poco e una scuola che non va. Mara, la mamma, non sa più cosa fare. Quando Giovanni era ancora con loro, un anno fa, Andrea non era così. Ma ora che il padre non è più con loro, Mara le ha provate tutte, ma senza risultati…

Angelo

Avevano fatto un patto. Loredana, 17 anni, avrebbe fatto da baby-sitter a suo fratello sabato sera, mentre Angelo, suo padre, sarebbe uscito con la nuova compagna. Ma ora Loredana entra di botto in camera e dice ad Angelo: “Stasera proprio non posso. Luca fa una festa per il suo compleanno, e me l’hanno detto solo ora. Non posso non andarci”. Angelo sbotta:” E’ già la terza volta che non stai ai patti. Anche io ho una festa e non voglio mancare. E per questo ci eravamo organizzati”…

“Ma tu come fai?”piedibimbo.jpg

Potrebbe essere casa vostra? Forse non proprio così, ma forse nemmeno troppo diversa da così. Essere genitori non è per nulla facile, e non esistono scuole dove ti insegnano ad esserlo. Si impara sulla propria pelle, sulla propria fatica. Ma alle volte è anche terribilmente bello. E spesso passa per la testa di un genitore che se ci fosse qualcuno a cui chiedere:”Ma tu come fai?”, almeno sentiremmo che non siamo soli ad avere quel problema e a non trovare una soluzione. E magari a volte già a raccontarlo si aprirebbero spiragli che non si pensavano.

Vorremo poter offrire ai genitori questa possibilità. Con rispetto, attenzione e professionalità. Vorremmo che raccontando i problemi e i successi, le fatiche e le soluzioni, i genitori possano cominciare a cercare insieme, a confrontarsi, a valorizzare e valutare criticamente le soluzioni possibili, con la mediazione e la professionalità di chi si occupa di educazione.

I contenuti

I temi degli incontri saranno su 4 aree.

1) La capacità del genitore di saper gestire una relazione educativa. Quindi ci confronteremo su:

il ruolo educativo, l’ascolto e alla comunicazione, i confini della relazione, le regole di comportamento, le emozioni vissute nella relazione.

Potranno anche essere affrontate, se offerte dai genitori, tematiche come il rapporto con i media, la violenza, il cibo, il sonno, il sesso, l’uso delle sostanze, ecc.

2) L’uso del gioco e degli strumenti educativi con i propri figli. Sperimenteremo quindi:

il gioco, la narrazione, la recitazione, il divertimento mentale,

3) La terza area è quella relativa ai valori dell’educazione. Cercheremo di sostenere il genitore nell’educare i figli al valore:

della persona, della relazione rispettosa, di un progetto di sé, dell’autonomia, dell’autostima, della capacità critica

4) “Laboratorio di formazione personale”, dove il genitore può “lavorare” un po’ il proprio equilibrio interno, e cercare:

maggiore energia, maggiore coerenza, maggiore consapevolezza, maggiore resistenza a stare nel ruolo genitoriale.

manigenitore.jpgIl programma

Articolato su due livelli:

1) Corso base. Sei incontri quindicinali, da novembre 2010 a marzo 2011, dalle 20,30 alle 22,30, e due domeniche “full immersion” (9-13; 15-18) per un totale di 24 ore. E’ indicato per tutti coloro che vogliono confrontarsi sui “fondamentali” dell’educazione, che possono essere efficaci a tutte le età dei figli. L’iscrizione è per l’intero corso.

2) Corso di approfondimento. Quattro incontri, da Novembre 2010 a Marzo 2011, dalle 20,30 alle 22,30. E’ indicato per coloro che vogliono confrontarsi su argomenti specifici, legati ad una età, un settore, o una situazione educativa. L’iscrizione è per ogni singolo incontro.

Ricordiamo che accanto agli eventi formativi di gruppo ci sarà la possibilità di incontri individuali presso il servizio “Il punto”. E’ un servizio di sostegno nelle scelte, nelle situazioni educative complesse, negli orientamenti per ogni persona che sta affrontando un cambiamento o si trova in un momento di difficoltà… Il servizio è rivolto ad adolescenti ed adulti, ai genitori e ai figli, e si avvale di professionisti delle cooperative Kaleidos e RicercAzione, con competenze psicologiche e pedagogiche.

E possibile accedere al servizio previo appuntamento:

– Coop RicercAzione – Via Castellani, 25 – 48018 Faenza (Ra)

Tel. 0546/25025 – info@ricercazione.comwww.ricercazione.com

– Coop Kaleidos – Via Galilei, 2 – 48018 Faenza (Ra)

Tel. 3393945614 – info@kaleidoscoop.itwww.kaleidoscoop.it

Serata di presentazione del corso

Si terrà Giovedì 18 Novembre 2010 alle ore 20,15 presso la sede Confcooperative di Faenza in via Castellani, 25.

La gestione del corso è a cura delle coop. ve Kaleidos e RicercAzione.

Scarica la Brochure con programma e calendario degli incontri

Infoline

3284186015 (Gilberto) – 3474579639 (Erika)

LA SETTIMANA INIZIA ORA!

Ostuni001.JPG“Signore e signori, ancora non c’e’ un governo che piace a me. Se potessi nominarlo è così che vorrei farlo: un ministro del Caffelatte per cominciare bene la giornata, con un Sottosegretario per I Biscotti e uno per la Marmellata; e se toccasse un mattino a un solo cittadino di rimanere senza colazione,via! Il Ministro in prigione. Nominerei, s’intende, un Ministro per i Giocattoli e uno per le Merende, E al posto del Ministro della Guerra io ci metterei quello della Pace… battetemi le mani se il discorso vi piace!”

Ostuni002.JPG

Sono parole di Gianni Rodari nel discorso dedicato ai bambini italiani nel giorno del Primo Giugno, Festa Internazionale dell’Infanzia.

Con Gianni Rodari e i suoi sogni, è terminata la dodicesima avventura della Settimana dei Bambini e delle Bambine del Mediterraneo. Un meraviglioso evento che si fonda su una precisa consapevolezza: la centralità dell’educazione in questo mondo che diventa sempre più insostenibile, discriminante e disumanizzante. In primo piano ci sono stati i bambini e le bambine: un grande sogno, un’impellente necessità. La Settimana dei bambini Ostuni003.JPGdel Mediterraneo di Ostuni si inserisce, volutamente, nella scia delle responsabilità diffuse e delle azioni concrete per il cambiamento, a partire dai bambini e dal “cortile” del Mediterraneo”. Parole del Coordinatore dell’evento, tratte dal progetto fondante, a sottolineare l’emergenza del complesso momento storico e la speranza, concreta, in un mondo migliore. Speranza fortemente condivisa dall’Assessore Moro che, sempre più appassionato, ha mantenuto fede alla promessa fatta a chiusura della scorsa edizione, di una “struttura organizzativa della Settimana sempre più solida e duratura nel tempo”.Ostuni004.JPG

“Rodari e la sua attualità” sono stati il filo conduttore dell’evento, che come ogni anno, grazie al contributo gioioso e appassionato di tanti esperti del settore è stato vivo, dinamico e foriero di un mare di incontri, storie, giochi, libri e danze … fra i bambini italiani e i ragazzi stranieri. Molta la partecipazione da parte delle delegazioni provenienti dal Kurdistan, dall’Albania, dal Burkina Faso, dalla Serbia e dal Kenia. Tassello fondamentale dell’iniziativa è stata l’ospitalità dei ragazzi stranieri all’interno delle famiglie Ostunesi, esperienza rivelatasi fortemente significativa per ragazzi che l’hanno vissuta.

Nelle foto alcuni amici che hanno portato sorrisi, creatività, voglia di vivere ai tantissimi bambini e bambine incontrati durante la Settimana.

LUDONAUTI… SI PARTE!

Kaleidos_Corso_Educatori_008.jpgÈ con gioia che sono a presentarvi il corso formativo per LUDONAUTI.
Corso di Formazione Alta e Superiore approvato dalla Regione Emiilia Romagna – Rif. P.A. 2010-894/RER
Un progetto che mi frullava in testa da diversi anni, ma che trova solo adesso, grazie alla progettualità e alla collaborazione con IRECOOP Ravenna, la sua concretezza. In questo percorso, un vero e propiro viaggio tra creatività, ludicità e progettualità, la COOPERATIVA KALEIDOS svolgerà un ruolo formativo importante dando molto spazio al vecchio detto socratico, ma sempre attuale, “Conosci te stesso”. Questa la sfida! Accompagnate alle competenze del “fare e del sapere” oggi, più che mai, dobbiamo riappropriarci dell’essere e del saper stare! Formare delle persone ludiche capaci di stare in questo mondo con creatività, ma senza disprezzare la propria diversità. Lavorare sulle qualità fondamentali e comuni a tutti gli uomini: percepire cose e persone con correttezza ed esattezza, senza essere ottenebrati da pregiudizi; accettare di se stessi sia gli aspetti positivi che quelli negativi, essere consapevoli delle proprie possibilità e dei propri limiti; non essere ripiegati su se stessi, ma protesi verso gli altri; essere felici di stare in compagnia, ma godere infinitamente anche della solitudine; essere capaci di godere della bellezza della natura, apprezzare quanto di buono e di bello la vita offre, non lasciarsi sovrastare dalle preoccupazioni e dalle avversità; essere capaci di provare grandi emozioni e di vivere intensamente le proprie esperienze; essere creativi, senza essere per questo geni, mettere cioè, in quello che fa, impegno, fantasia e originalità.
Che dire…. LUDONAUTI… Non abbiate paura di viaggiare! Per approfondire vi rimando all’articolo: “A.A.A. Cercasi persone ludiche“.
Termine per l’iscrizione: 15 ottobre 2010
Scarica la LOCANDINA e la SCHEDA ISCRIZIONE.

GIOCACITTÀ 2010

locandina2010.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SI GIOCA ANCORA!

KALEIDOS promuove il diritto al gioco in Piazza del Popolo a Faenza in occasione della Quarta Edizione della Settimana della Cultura Ludica.

Eventi in programma per mercoledì 26 maggio, sabato 29 maggio e domenica 30 maggio.

Mercoledì 26 maggio

Piazza del Popolo, ore 15.30-19.30

Giocacittà 2010

Giochi, animazioni, creatività per grandi e piccini

Laboratorio di piadina a cura del “Laghetto del Sole”

Giochiamo a pescare a cura dell’Ass. Pesca Sportiva.

Giochi da tavolo a cura degli Alludonati

Ludobus, giochi d’ingegno e truccabimbi

della coop. Kaleidos

ore 17  Spettacolo di burattini (a cura di Serpente Arcobaleno)

ore 18 Spettacolo di giocoleria (a cura di Artisti Distratti)

 

Sabato 29 maggio

Circolo Villa Franchi, vicolo Salita 2, ore 15-23

MARATONA LUDICA

10 ore di giochi da tavolo (a cura della coop. Kaleidos e Ass. Alludonati Faenza) – Info: 366 3203013 (Michele)

Domenica 30 Maggio

Piazzale Agrintesa, via Galilei 15

GIORNATA MONDIALE DEL GIOCO

Si festeggia in una quarantina di paesi in tutto il mondo per ricordare che il gioco è un diritto sancito dalla Convenzione dei Diritti del Fanciullo (art. 31)

SCARICA IL VOLANTINO CON IL PROGRAMMA

CENTRI ESTIVI KALEIDOS 2010

immaginecentriestivi2009.jpgHei genitori, siete pronti?
Dopo un doveroso e sereno riposo invernale, siamo con entusiasmo a presentarvi le iniziative per l’estate che sta arrivando.
Anche quest’anno la cooperativa gestisce, organizza e coordina diversi centri estivi sul territorio e precisamente:

SCARICA IL MODULO DI ADESIONE

7-25 GIUGNO
Centro Estivo Cappuccini
in collaborazione con la Parrocchia dei Cappuccini di Faenza
rivolto a bambini e bambine da 6 a 11 anni
dalle ore 9.00 alle ore 17.00
con preorario dalle ore 7.30 e possibilità di pranzo

28 GIUGNO – 30 LUGLIO
Centro Estivo San Antonino
in collaborazione con la Parrocchia di San Antonino di Faenza
rivolto a bambini e bambine da 6 a 11 anni
dalle ore 9.00 alle ore 17.00
con preorario dalle ore 7.30 e possibilità di pranzo

5-30 LUGLIO
Centro Estivo in Fattoria
in collaborazione con le Aziende Agrituristiche “Laghetto del Sole” e “La Quercia”
rivolto a bambini/e da 6 a 11 anni e ragazzi/e da 11 a 14 anni
dalle ore 9.00 alle ore 17.00
con preorario dalle ore 7.30 – con pranzo a cura dell’azienda
e trasporto curato dalla cooperativa

7 GIUGNO – 30 LUGLIO
Centro Estivo Sant’Agata sul Santerno
in collaborazione con il Comune
rivolto a bambini e bambine da 6 a 12 anni
dalle ore 9.00 alle ore 17.00
con preorario dalle ore 7.30 e possibilità di pranzo

Per informazioni e iscrizioni:
cell. 3393945614 (Fabio)

GIUGNO – LUGLIO – AGOSTO
Centro Estivo Paradiso
in collaborazione con il Comune di Russi e il Consorzio dei Servizi Sociali Ravenna
rivolto a bambini e bambine da 6 a 14 anni
dalle ore 9.00 alle ore 18.00
con preorario dalle ore 7.30 e possibilità di pranzo

INOLTRE

Centro Estivo giugno e luglio a faenza in luogo da confermare

Speciale ragazzi/e AGOSTO
in montagna – con pernottamento

Per informazioni e iscrizioni:
info@kaleidoscoop.it Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
cell. 3299331472

SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE